ITALY

Il Progetto

Il progetto "Co-creative RETHINKing for sustainable cities" - CRETHINK - risponde alla necessità di sviluppare le capacità degli adulti in qualità di lavoratori del settore pubblico o attori della società civile al fine di giungere alla co-creazione di soluzioni condivise capaci di rispondere a livello locale alle sfide che la Comunità Europea si trova oggi ad affrontare.

Co-finanziato dal programma Erasmus+ KA2, il progetto ha una durata biennale e mira a supportare l’acquisizione di competenze, metodi e strumenti propedeutici alla co-creazione e alla cooperazione intersettoriale in funzione di uno sviluppo sostenibile che risolva problemi complessi. L’obiettivo è, dunque, quello di promuovere la partecipazione attiva dei cittadini all’interno delle comunità locali di appartenenza sfruttando il ruolo chiave che i dipendenti delle amministrazioni pubbliche svolgono in tal senso.

Vertendo intorno al concetto di comunità sostenibili, il progetto svilupperà un toolbox online e raccomandazioni su come gestire processi di co-creazione finalizzati all’implementazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'ONU (SDG) sia a livello locale che europeo. Entrambi gli strumenti saranno disponibili su una piattaforma online che garantirà un accesso gratuito aperto a tutti.

Il toolbox conterrà moduli di formazione e curriculum, nonché linee guida e specifici metodi per settore, e guiderà all’implementazione degli SDGs tenendo conto di importanti fattori e dinamiche propri di un approccio partecipativo allo sviluppo sostenibile. La metodologia prevista permetterà a singoli individui e gruppi di apprendere in autonomia e applicare le diverse competenze acquisite sia nel proprio lavoro che nella vita di tutti i giorni.

Il consorzio del progetto comprende 5 partner provenienti da Danimarca, Islanda, Slovenia e Italia. Il progetto è coordinato da Vejle Kommune, ubicato presso la regione capitale della Danimarca meridionale nonché sesto comune del paese per grandezza.

Il Progetto locale

Il progetto locale si prefigge l’obiettivo di promuovere la mobilità sostenibile all’interno della città di Palermo la quale, nonostante le dimensioni relativamente ridotte, è considerata secondo le ultime statistiche disponibili la 28a città più trafficata in Europa e la 56a al mondo. A tal fine, soggetti appartenenti al settore pubblico e dell’amministrazione locale, unitamente ad attori del settore privato e della società civile, lavoreranno insieme all’ideazione di un Piano di Mobilità Urbana capace di complementare quello già in attuazione a livello comunale, prevedendo piste ciclabili e zone pedonali che contribuiscano a rendere l’ambiente cittadino più sostenibile sia in termini ambientali sia economici e sociali. Infatti, l’implementazione del progetto locale vuole contribuire alla riduzione del traffico automobilistico, dei gas a effetto serra e dell’inquinamento acustico, al contempo favorendo l’economia locale e stili di vita più salutari tra i cittadini di ogni età.

Prodotto 1: Piattaforma

Finalità e obiettivi

Funzione:

La piattaforma online sarà collegata al sito web e funzionerà come punto di accesso principale per i partecipanti alle attività di progetto attraverso i cosiddetti “living labs”, supportando la co-creazione intersettoriale tra i partner e i partecipanti per tutta la durata del progetto e in funzione della formulazione dei risultati.

La piattaforma avrà due funzioni principali: ospitare il toolkit e fungere da forum di comunicazione, uno per ogni gruppo locale. Al fine di supportare la cooperazione e lo scambio tra i partecipanti, la piattaforma sarà concepita in maniera dinamica e interattiva, accessibile sia dal sito web del progetto che da vari social media.

Contenuto:

Metodi

Esempi di buone pratiche

Piccoli corsi online e curriculum di formazione

Materiale didattico per l'auto-apprendimento o per i workshop, inclusa una guida per le attività dei living labs

 

Linee guida per i) autorità pubbliche/dipendenti e ii) attori della società civile

Prodotto 2: Toolbox

Finalità e obiettivi

Funzione:

Il toolbox si rivolge sia ai dipendenti pubblici sia agli attori privati e alla società civile, e servirà come fonte di ispirazione per l’avvio di processi di co-creazione democratica e di sviluppo sostenibile. Sarà disponibile sulla piattaforma online, continuamente aggiornato durante lo sviluppo dei Living Labs e completato alla fine del periodo di progetto.

Il toolbox è una parte essenziale del progetto alla luce del suo approccio orientato alla pratica, che garantirà ai partecipanti e a un gruppo target più ampio l'accesso ai risultati del progetto. Una grande sfida dei processi di co-creazione è promuovere la partecipazione delle autorità pubbliche e della società civile, oltre che facilitarne la cooperazione. A tal proposito, il Toolkit proporrà metodi flessibili ed esempi concreti adatti al coinvolgimento di diversi partecipanti, compresi i cittadini, mirati a facilitare i processi di cooperazione e co-creazione tra i diversi gruppi. Saranno inoltre fornite linee guida per i gruppi target sia pubblici che privati, di modo che tutti i partecipanti alla co-creazione siano in grado di apportare il proprio contributo in modo costruttivo e democratico. Il Toolbox sarà accessibile fin dall'inizio, adoperabile sia all'interno che all'esterno dei paesi partner.

 

Contenuto:

Metodi

 

Esempi di buone pratiche

 

Piccoli corsi online e curriculum di formazione

 

Materiale didattico per l'autoapprendimento o per i workshop, inclusa una guida per le attività di laboratorio vivente

 

Linee guida per i) autorità pubbliche/dipendenti e ii) attori della società civile

 

Documenti rilevanti sul concetto di sostenibilità e sugli SDG

Prodotto 3: Relazione e raccomandazione

Finalità e obiettivi

Funzione:

Il progetto produrrà raccomandazioni su come far leva sui concetti, metodi e strumenti sviluppati per sostenere lo sviluppo sostenibile e inclusivo delle comunità, e giungere a soluzioni condivise.

Le raccomandazioni serviranno non solo come strumento di promozione della cooperazione intersettoriale a livello sociale e della co-creazione di soluzioni condivise, ma anche come analisi e valutazione dei risultati del progetto. Le raccomandazioni saranno sviluppate sulla base dell'analisi dello stato dell'arte nel settore, della valutazione dei risultati del progetto e dei contributi dei partecipanti ai living labs.

Agenti del cambiamento

Il progetto formerà i cosiddetti "agenti del cambiamento", i quali faciliteranno il lavoro dei living labs e formeranno gli altri partecipanti al progetto locale. Essi saranno selezionati tra amministratori pubblici e attori della società civile.

Ci si aspetta che gli agenti del cambiamento condividano il frutto dell’apprendimento e del lavoro svolto all’interno delle loro organizzazioni e reti, e soprattutto in occasione dell’evento di disseminazione locale in ogni paese partner. Tutto ciò perché si ritiene che essi possano motivare, sostenere e garantire il trasferimento e l'impatto dei risultati al di fuori del contesto progettuale.

Le attività dei living labs faciliteranno nuove relazioni tra il settore pubblico e gli attori della società civile, permettendo loro di progettare insieme soluzioni a problemi comuni, con il risultato di condividere la proprietà, l'empowerment e la rilevanza.  L'accento sarà quindi posto sulla condivisione delle esperienze, l’approccio partecipativo alla fase di apprendimento tra i partner, e l’autonomia dei singoli partecipanti.

 
 
 
 
 
 
Would you like to read our newsletters?

CRETHINK: KA204-2019-004 / 2019-1-DK01-KA204-060197

The European Commission support for the production of this publication does not constitute an endorsement of the contents which reflects the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein.