Notiziario #4


È ora che CRETHINK giunga al termine e che i partner riflettano sull'impatto del progetto


Il progetto è iniziato nel 2020 quando il Covid19 imperversava in Europa e i partner sono stati costretti a ripensare le attività e le modalità con cui hanno dovuto affrontare il progetto. Questa è stato un buon esempio di come i processi di co-creazione in cui si coinvolgono attori in nuovi modi per sviluppare soluzioni sostenibili spesso devono essere flessibili e adattati a circostanze diverse.

Il progetto ha fornito ai partner molte nuove informazioni su come facilitare i processi creativi e co-creativi ed i progetti locali hanno avuto molto valore e impatto. Questi hanno permesso anche di creare utili raccomandazioni a conclusione del progetto. I partner sono molto orgogliosi dei risultati dei 4 casi e molto grati ai Change Agents che hanno contribuito a svilupparli e portarli a termine. Si spera che questo sia l'inizio di nuovi progetti e iniziative sulla sostenibilità e la co-creazione - tra i partner ed a livello locale.


È ora possibile trovare le versioni finali dei risultati del progetto sul sito Web:

Le descrizioni dei casi

La cassetta degli attrezzi con materiali, guide e metodi per lavorare con la sostenibilità e facilitare la co-creazione

La valutazione e le raccomandazioni del progetto


Di seguito le osservazioni conclusive e le riflessioni dei partecipanti sui casi futuri dopo la fine del progetto

Un ultimo commento da Vejle/Danimarca

Il caso di Vejle, "Vejle's Green Choice" mira a sviluppare un settore del commercio al dettaglio più sostenibile a Vejle. Attraverso una combinazione di mappatura delle buone pratiche, narrazione e consigli concreti per i negozi al dettaglio locali, oltre al coinvolgimento e alla comunicazione con i consumatori, l'obiettivo è rendere più facile per negozi e consumatori fare scelte più ecologiche nella vita di tutti i giorni . Alla fine del progetto CRETHINK, il caso ha portato alla creazione di un movimento a Vejle, a cui oltre 25 negozi e imprenditori si sono iscritti e hanno iniziato il processo per diventare più sostenibili nel modo in cui gestiscono i loro negozio. Sono state create partnership locali che aiuteranno a portare avanti il ​​progetto. Il comune di Vejle proseguirà il progetto, magari con fondi aggiuntivi, e lavorerà insieme alle risorse locali per lo sviluppo delle imprese, all'associazione locale dei negozi al dettaglio e ai volontari. La visione è che un giorno tutti i negozi al dettaglio di Vejle faranno parte del movimento e si uniranno anche ad altre aree commerciali come imprenditori, imprese turistiche, artigiani ecc. Segui Vejle's Green Choices su Facebook: www.facebook.com/vejlesgronnevalg Facebook: www.facebook.com/vejlesgronnevalg



Un ultimo commento da Novo Mesto/Slovenia

Il 15 aprile, il gruppo dei Change Agents CRETHINK dalla Slovenia con una delegazione di coordinatori di progetto di DRPDNM ha implementato un'attività locale basata sulla metodologia del cammino di Jane. Circa 20 partecipanti locali, e stakeholder di vari settori, hanno partecipato alla passeggiata intorno al centro storico di Novo mesto. Attraverso un impegno attivo, hanno rappresentato il progetto CRETHINK basato sulla co-creazione e sui suoi risultati, in particolare nel caso sloveno: gli alberi urbani. Ai partecipanti sono state mostrate alcune buone e alcune cattive pratiche riguardanti gli alberi urbani e sono stati stimolati a compiere ulteriori azioni utilizzando il metodo della co-creazione.



Un ultimo commento da Palermo/Italia

Il gruppo italiano ha partecipato alla Final Conference con grande entusiasmo. La sensazione alla fine di questo progetto è di grande soddisfazione per il lavoro svolto: sappiamo di aver creato qualcosa di tangibile che ha già trasformato un pezzo della nostra città. Il 25 maggio, infatti, abbiamo inaugurato una nuova area pedonale co-progettata e co-costruita con gli studenti delle scuole superiori. Eppure l'impatto immateriale del progetto è anche molto potente, forse l'aspetto più potente: mostrare ai giovani che la città appartiene a loro, che possono cambiarla, renderla più sostenibile se si impegnano abbastanza, ma anche che devono assumersi la responsabilità di prendersene cura.



Un ultimo commento da Hveragerði/Islanda

La squadra islandese ha avuto il privilegio di ospitare la conferenza finale in Islanda. L'idea era quella di organizzare un seminario invece di una conferenza convenzionale per convincere gli ospiti a impegnarsi maggiormente con i casi e I Change Agents. Tutti i partecipanti, sia ospiti stranieri che locali, sono stati divisi in quattro gruppi e hanno visitato tutti e quattro i casi. Il gruppo era composto da un capogruppo che guidava gli ospiti tra i casi secondo il programma. Questa disposizione ha reso più facile per gli ospiti comunicare con tutti I Change Agents e porre domande sui casi. Nel workshop finale, chiamato “The Democracy fitness”, tutti gli ospiti si sono riuniti in palestra e si sono allenati su “come co-creare soluzioni sostenibili” quando si affrontano problemi complicati.


Crethink ha creato diversi tipi di valori


Il progetto Crethink è stato valutato adottando una prospettiva di valutazione olistica e di lungo termine, misurando l'impatto di CRETHINK in termini di "valore pubblico", ovvero innovazione e apprendimento, emancipazione democratica e costruzione di nuovi legami e relazioni tra attori di diversi settori.


Il progetto ha stimolato l'innovazione e l'apprendimento sia a livello organizzativo che individuale, poiché gli attori hanno sviluppato nuove modalità organizzative di lavoro adottando la mentalità e l'approccio di co-creazione di CRETHINK, applicando i metodi e le pratiche in altri contesti. Inoltre, le iniziative sono viste come stimolanti l'impegno e la partecipazione di gruppi di cittadini, contribuendo così all'empowerment democratico e allo sviluppo delle competenze dei cittadini.


Inoltre, viene sottolineato il valore delle iniziative in termini di costruzione di nuovi legami e reti tra partecipanti provenienti da diversi settori e prospettive, in particolare per quanto riguarda l’incentivo alla collaborazione tra il settore pubblico, la società civile e il settore delle imprese. Le iniziative non sono riuscite entro il periodo limitato del progetto a dispiegare a pieno il loro potenziale in termini di valore di sostenibilità. Tuttavia, tutti hanno contribuito con piccoli passi all'ambizione della sostenibilità.